Centro RAT - Teatro dell'Acquario - Teatro Stabile d'Innovazione della Calabria

Silvia Gallerano/Cristian Ceresoli LA MERDA
Per Famiglie a Teatro: Domenica 25 Gennaio 2015 ore 18.00

Frida Kahlo Productions con Produzioni Fuorivia e Richard Jordan Productions in collaborazione con Summerhall (Edinburgh), Soho Theatre (London), Gorki Theater (Berlin) Fondazione Teatro Valle Bene Comune (Rome) e il supporto di The Basement (Brighton)

Fringe First Award 2012 for Writing Excellence

The Stage Award 2012 for Acting Excellence

Arches Brick Award 2012 for Emerging Art

Total Theatre Award 2012 (Nomination) for Innovation

Premio della Critica 2012 Miglior Spettacolo

Journalists’ Jury Award Giovani Realtà del Teatro

Audience Award Giovani Realtà del Teatro

Edinburgh Fringe Sell Out Show 2012 and 2013

L'opera che ha scioccato e meravigliato il mondo al Festival di Edimburgo 2012, vincendo, tra gli altri, il Fringe First Award for Writing Excellence, e perseguendo un grande successo di pubblico e critica nel tour europeo 2014, continua, nonostante la persistente censura, il suo viaggio e arriva a Cosenza.

La Merda, ha come spinta propulsiva il disperato tentativo di districarsi dagli ultimi prodotti di quel genocidio culturale di cui scrisse Pier Paolo Pasolini all'affacciarsi della società dei consumi. Quel totalitarismo ancor più duro di quello fascista poiché capace di annientarci con dolcezza.

Già tradotta in inglese, danese e ceco, La Merda è in corso di traduzione in francese e portoghese; il testo è pubblicato in edizione bilingue italiano-inglese dalla Oberon Books di Londra.

Si deve ridere. É una tragedia in tre tempi: Le Cosce, Il Cazzo, La Fama e un controtempo: L'Italia. Nella sua nudità e intimità pubblica, l'attrice costruisce una maschera fisica/vocale sfidando un testo scandaloso, provocatorio e rabbioso. La scrittura è cantabile, ma il canto non emerge mai, ed è invece preponderante la chiave dell'invettiva, del grido, del corpo che sussulta la sua storia personale in un flusso di pensieri/parole raccontati come suoni. Strazianti. La femmina si offre dal vivo come in un banchetto, pronta a venire sbranata da tutti. Una partitura poetica che nasce così dalla carne e alla carne ritorna, pur dentro a una rigidissima confezione estetica.

Foto by Valeria Tomasulo


Email per informazioni
Centro RAT Teatro dell'Acquario Via Pasquale Galluppi 15 - 87100 Cosenza - P.IVA: 00333430783 Tel./Fax: 0984.73125 - Email: teatrodellacquario@gmail.com

Realizzazione a cura di: VinSoft di Coopyleft

Torna su