Centro RAT - Teatro dell'Acquario - Teatro Stabile d'Innovazione della Calabria

» Sei in Produzione

Il Brutto Anatroccolo

di Hans Christian Andersen

con Graziella Spadafora   e Meruska Staropoli

musiche originali  Giuseppe Gimelli e Serena Ciofi

luci e audio  Eros Leale e Giuseppe Canonaco

adattamento e regia Dora Ricca
 

Lo spettacolo teatrale “Il brutto anatroccolo” mette in scena la famosissima favola di Andersen, rispecchiandone la struttura del racconto, ma mettendo particolarmente in evidenza i problemi che ogni individuo incontra nel difficile percorso alla ricerca della propria identità e nell’affermazione di sé stesso.
Nell’allestimento si mette in risalto il processo dell’ accettazione di sé, non solo come un fatto personale. Si pone anche l’accento sull’inadeguatezza della società di fronte tutto ciò che è “diverso”.  Gli animali da cortile disprezzano tutto ciò che non conoscono, hanno una visione ristretta della vita, mediocre e circoscritta alle loro piccole miserie “umane”, mentre gli uccelli migratori sanno volare alto e conoscono il mondo, altre lingue ed altri climi, per questo sono aperti e tolleranti.
Imparare ad accettare il diverso,graham replica in una società che è sempre più multietnica e multiculturale, è una necessità che coinvolge l’individuo prima di tutto.
Con le tecniche del teatro di figura e delle ombre ci si immerge in una atmosfera onirica, coadiuvata da musiche e canti originali.

Età consigliata: 4-11 anni  

 

 

 

 

Esprimi un voto da 1 a 5 cliccando sulla stella corrispondente:

(61 voti)

Siti esterni

Per ulteriori approfondimenti visitare le pagine web elencate di seguito.
Tutti i collegamenti si aprono in questa stessa finestra del browser, per ritornare a questa pagina dopo aver visualizzato i link cliccare sul tasto Indietro del browser.

Gallerie fotografiche

Centro RAT Teatro dell'Acquario Via Pasquale Galluppi 15 - 87100 Cosenza - P.IVA: 00333430783 Tel./Fax: 0984.73125 - Email: teatrodellacquario@gmail.com

Realizzazione a cura di: VinSoft di Coopyleft

Torna su